nicola.bia@tiscali.it

COS’È L’OFF?

L’OFF è lo strumento ideale per l’eliminazione di teleangectasie con calibro talmente piccolo da non poter essere trattate con l’ago da scleroterapia. L’apparecchiatura, attraverso un ago smusso che non penetra nella cute, emette una piccola scarica elettrica che determina uno spasmo del vaso e lo svuota del suo contenuto di sangue facendo collabire le pareti del vaso stesso. Il puntale idoneo viene posizionato lateralmente al vaso, senza bucarlo e senza scalfire minimamente la cute, procedendo con una tecnica a zig zag sui lati del vaso. I risultati sono eccellenti: scomparsa immediata del vaso e assenza di discromieLo stesso strumento è anche in grado, se adeguatamente programmato nei sui parametri, di eseguire una microlipolisi di piccole aree del corpo. Attraverso l’infissione di un sottile ago la corrente elettrica emessa dall’OFF distrugge un numero limitato di adipociti intorno alla punta dell’ago, permettendo di trattare accumuli di grasso localizzati.


QUALI SONO LE INDICAZIONI PER L’UTILIZZO DELL’OFF?

L’OFF si utilizza nel trattamento di piccole teleangectasie del volto o degli arti inferiori. E’ inoltre indicato per eliminare piccoli angiomi localizzati anche sulle mucose. L’apparecchiatura OFF viene anche utilizzata come terapia di completamento dopo un ciclo di Fleboterapia Rigenerativa Ambulatoriale (T.R.A.P.). Infatti eventuali piccoli capillari o teleangectasie ancora presenti dopo aver ridotto il calibro delle vene superficiali e profonde con tecnica tridimensionale, potranno giovarsi di un perfetto risultato estetico finale con le onde a flusso frazionato. In questo caso l’effetto sarà più stabile nel tempo proprio perché interviene dopo aver eliminato la causa fondamentale della formazione dei capillari stessi ossia l’ipertensione venosa. Un'altra importante indicazione dell’OFF è costituita dal trattamento di piccoli accumuli adiposi tipicamente localizzati nella regione sottomentoniera e sottomandibolare. L’effetto lesivo sul tessuto adiposo è massimo nei pressi della punta dell’ago, per questo è necessario controllare con estrema cura che l’ago sia posizionato correttamente nel tessuto adiposo da trattare. In associazione con le tecniche liftanti del Needle Shaping e di accorciamento cutaneo del Plexr rende possibile una redifinizione completa del viso.

 

E’ UNA TECNICA DOLOROSA?

Nella sua applicazione “vascolare” l’OFF induce una piccola percezione di scarica elettrica sulla superficie cutanea che non richiede uso di anestetico e pertanto facilmente sopportabile. Nel caso dell’applicazione per la microlipolisi è necessario introdurre un sottile ago identico a quello utilizzato nel Needle Shaping e appena percepibile nella sua penetrazione. La corrente veicolata attraverso l’ago arriva in questo caso più in profondità nello spessore adiposo ma una adeguata regolazione della sua intensità la renderà un fastidio assolutamente accettabile.


COM’È L’ASPETTO DELLA CUTE AL TERMINE DELLA SEDUTA?

Dopo il trattamento dei capillari si noterà la presenza di minuscoli puntini bianchi sulla cute ai lati del vaso stesso dovuti al puntale appoggiato sulla pelle ma che scompariranno in pochi giorni. Nella sua applicazione per microlipolisi la cute sarà assolutamente indenne con la sola presenza di piccoli puntini rossi nel punto di infissione degli aghi e della durata di qualche giorno. Il disagio per il paziente è minimo, ed occasionalmente si possono creare dei piccoli ematomi, che tendono a scomparire in circa una settimana, lungo il tragitto dell’ago, dovuti al trauma dell’infissione, esattamente come avviene con l’elettrolipolisi.

 

QUANTE SEDUTE SONO NECESSARIE PER OTTENERE UN BUON RISULTATO?

Il numero delle sedute dipende dall’estensione del problema. Se ad esempio è necessario trattare i piccoli capillari che si formano ai lati del naso, il problema può essere risolto in una unica seduta. Se si trattano i capillari delle gambe sono necessarie una o più sedute a seconda dell’estensione del problema. Analogamente nel caso si voglia sfruttare l’effetto microlipolitico dell’OFF, il numero delle sedute sarà adeguato alle dimensioni dell’area da trattare e al numero di infissioni praticate in ogni singola seduta. Normalmente si pratica una sola seduta, eventualmente seguita da due o tre ritocchi, per poter meglio controllare l’intervento, dal momento che durante il trattamento non si può apprezzare la riduzione della parte. I risultati infatti si apprezzeranno dopo circa un mese, visto che non c’è stata rimozione e aspirazione di tessuto dovremo attendere la dismissione spontanea del grasso disciolto.


QUALI NORME BISOGNA SEGUIRE TRA UNA SEDUTA E L’ALTRA?

La parte trattata va sempre disinfettata con benzalconio e non vanno usati cerotti per coprire la zona, inutili anche perché la cute non sanguina. Non si deve mai stirare la pelle dell’area trattata e non strofinare lavando o asciugando la parte. Da sottolineare che le teleangectasie, con questa tecnica, si possono trattare durante l’estate, senza applicare protezioni solari o cerotti. I raggi UV non interferiscono e il paziente, finita la seduta, potrà andare al mare ed esporsi al sole senza problemi.

 

ESISTONO CONTROINDICAZIONI ALL’ESECUZIONE DI QUESTA TERAPIA?

Le controindicazioni sono le solite generiche per molti trattamenti estetici:

• Stato di gravidanza
• Gravi insufficienze epatiche o renali
• Patologie tumorali in atto
• Gravi deficit della coagulazione
• Neuropatie con deficit di conduzione degli impulsi nervosi

 

QUANTO DURA L’EFFETTO DI QUESTA TECNICA?

Nella chiusura dei piccoli capillari del viso o del corpo il trattamento può essere definitivo, mentre la durata dell’effetto lipolitico è legata a numerose variabili dietetiche e metaboliche del paziente. La tecnica è comunque ripetibile al ripresentarsi del problema.

 

Se desideri maggiori informazioni sul trattamento di medicina estetica per eliminare le teleangectasie a Brescia puoi richiedere un appuntamento attraverso la pagina contatti del sito oppure telefonando direttamente al Dott. Nicola Bianchi con studio di medicina estetica a Brescia, oppure presso lo studio di Desenzano del Garda (BS) in Via Adua, 1 – Cap. 25015.