nicola.bia@tiscali.it

Cos’è la carbossiterapia?

La carbossiterapia è una metodica medica che consiste nell’insufflazione di un gas (CO2) nel tessuto sottocutaneo attraverso un piccolo ago da mesoterapia. L’anidride carbonica viene erogata da una apparecchiatura medicale che regola il gas in pressione, quantità e temperatura a seconda del tipo di problema che si va a trattare. Le applicazioni mediche di questa terapia comprendono più ambiti della medicina.

 

Come agisce l’anidride carbonica?

L’azione fondamentale dell’anidride carbonica è di correggere l’ipossia tessutale dovuta all’effetto Bohr. Si tratta in pratica di accentuare un effetto fisiologico presente nei tessuti periferici per cui tanto maggiore è la concentrazione di anidride carbonica, tanto minore sarà il legame che l’ossigeno contrae con l’emoglobina. Questa situazione indotta dalla inoculazione del gas fa si che una maggiore quantità di ossigeno venga ceduta ai tessuti migliorando appunto il loro grado di ossigenazione.

 

Quali sono le indicazioni di questa terapia estetica?

E’ indicata per il trattamento di:

• Cellulite

• Adiposità localizzate

• Lassità cutanea di cosce e braccia

• Rivitalizzazione di collo e decolleté

• Per il fenomeno di Raynaud

• Nelle insufficienze venose croniche degli arti inferiori

 

Tutte queste situazioni si giovano infatti di una migliore ossigenazione tessutale e di un conseguente stimolo alla neosintesi di collagene da parte dei fibroblasti.

 

Quanto dura la seduta e come risulta la parte trattata alla fine?

La seduta dura circa 20 minuti e la parte trattata può presentare qualche piccolo ematoma dovuto al trauma dell’ago a rapida risoluzione in qualche giorno.

 

E’ una terapia dolorosa?

La diffusione del gas nel tessuto sottocutaneo può dare un leggero fastidio solitamente ben sopportabile.

 

La carbossiterapia può essere associata ad altri trattamenti?

Si può essere associata ad altri trattamenti. Un’ottima combinazione si ottiene abbinando alla carbossiterapia una mesoterapia con prodotti omeopatici, vitamina C o silicio organico.

 

Esistono controindicazioni a questo tipo di terapia?

Le controindicazioni sono le solite generiche per altri tipi di terapia estetica. Stato di gravidanza, patologie tumorali, tromboflebiti in atto, gravi insufficienze renali od epatiche.

 

Quante sedute sono necessarie per ottenere un buon risultato?

Mediamente sono necessarie una decina di sedute, ma ovviamente tutto è legato al tipo di problema e al suo stato di gravità. Nel complesso la carbossiterapia risulta un trattamento molto naturale e ben tollerato che potenzia i suoi effetti se abbinato ad altri trattamenti come ad esempio la mesoterapia.

 

Se desideri maggiori informazioni sul trattamento di medicina estetica di carbossiterapia a Brescia puoi richiedere un appuntamento attraverso la pagina contatti del sito oppure telefonando direttamente al Dott. Nicola Bianchi con studio di medicina estetica a Brescia, oppure presso lo studio di Desenzano del Garda (BS) in Via Adua, 1 – Cap. 25015.